Prevenire la carie dopo il primo dentino

Nell’ultimo articolo abbiamo trattato la salute orale del bambino fino al fatidico momento in cui spunta il primo dentino. Ma poi cosa si fa? Come è opportuno comportarsi?
Se avete seguito le buone pratiche di prevenzione suggerite finora siete già sulla buona strada perché sia voi che il piccolo sarete abituati a porre attenzione su certi temi, quindi vediamo nel dettaglio cosa fare perché è importante tenere a mente che dall’eruzione del primo dentino fino al secondo anno di vita si pongono le basi per il futuro di una bocca sana in età adulta.

Carie, cerchiamo di conoscere il nemico

Lo sapevate che la carie è la malattia cronica più diffusa nella prima infanzia? In Italia già all’asilo un bambino su 4 presenta carie e cresce il numero dei bambini che devono ricorrere alle cure del dentista prima dei 2 anni. Ora veniamo alla notizia buona: nelle fasi iniziali la carie è prevenibile e soprattutto reversibile.

Ma vediamo le cause che rendono i denti da latte così vulnerabili: hanno uno smalto più sottile rispetto ai denti permanenti,

  • Spesso non vengono lavati correttamente oppure si inizia a lavarli troppo tardi,
  • I bambini mangiano troppo spesso e magari non seguono una dieta sana,
  • Non sempre il fluoro viene assunto in modo corretto.

Ecco quindi gli ambiti in cui intervenire in modo efficace per mantenere una bocca sana:

  • Presenza di batteri cariogeni
  • Alimentazione corretta
  • Igiene orale
  • Fluoriprofilassi

Di fluoroprofilassi abbiamo già parlato in un precedente post, e nei prossimi articoli approfondiremo un po’ tutti questi argomenti. Vediamo per ora il primo punto.

Presenza di batteri cariogeni

Anche se il cavo orale del neonato non è sterile è meglio evitare di aumentare la colonizzazione di batteri cariogeni nella bocca del bimbo. Prestate allora particolare attenzione alle cattive abitudini come succhiare il ciuccio caduto a terra pensando di pulirlo, condividere le posate o succhiare il biberon per verificare la temperatura del latte: in questo modo è molto facile trasmettere i batteri cariogeni e altri agenti patogeni come il virus dell’herpes.
Abituarsi alle buone pratiche all’inizio può essere faticoso e stressante ma vi aiuterà sicuramente ad evitare cure lunghe e fastidiose in un secondo momento.