Sigillature: una soluzione per prevenire la carie nei nostri bambini
Foto di Jessica Lewis da Pexels

Prevenire la carie è possibile sia negli adulti che nei bambini. La sigillatura dei molari permanenti per il bambino è una delle strategie per una prevenzione sicura ed efficace della carie.

È raccomandata per tutti i bambini dalle Linee Guida del Ministero della Salute. I genitori, giustamente, si pongono molte domande su questa procedura. In questo articolo cercheremo di rispondere con chiarezza e sulla base dei dati scientificamente provati, a tutti i dubbi di mamma e papà.

Cos’è la sigillatura

È una procedura molto semplice ed efficace che consiste nell’applicazione di materiali semifluidi sui solchi occlusali e sulle fossette dei denti molari. Le zone del dente ricoperte dal sigillante diventano inaccessibili ai residui di cibo e alla placca e inattaccabili da parte dei batteri responsabili della carie.

Quando e quali denti bisogna sigillare

La sigillatura generalmente è consigliata per i primi molari definitivi, non appena sono completamente erotti, verso i 6-7 anni. A circa 12 anni, dopo la loro eruzione, si sigillano anche i 2° molari definitivi. A volte, in base a fattori di rischio individuale che vanno valutati dal dentista (grado di igiene orale, anatomia dei denti, eventuali difetti dello smalto, alimentazione) è consigliabile sigillare anche i premolari. La finestra temporale migliore per effettuare la sigillature è entro i 2 anni dall’eruzione dei denti, in quanto questo è il periodo più a rischio per l’insorgenza della carie nei solchi occlusali. Per quanto riguarda i molarini decidui potrebbe essere indicata la sigillatura in bambini con molti fattori di rischio, alta cariorecettività e che hanno già avuto carie nei denti da latte.

Perché si consiglia la sigillatura

I denti su cui è consigliata la sigillatura sono quelli che presentano sulla loro superficie masticante dei solchi profondi e sottili dai quali è difficile riuscire a rimuovere la placca batterica, causa di carie, con le normali manovre di igiene orale, per quanto eseguite correttamente. Inoltre i molari erompono in una sede difficile da raggiungere e pulire perfettamente, soprattutto nei bambini, che non hanno ancora affinato la manualità e una adeguata tecnica di igiene orale. Infine lo smalto dei molari appena erotti e per i 2 anni successivi non è ancora “maturo” e perfettamente mineralizzato ed è quindi molto più suscettibile al rischio carie

Quanto è efficace la sigillatura nella prevenzione della carie?

L’efficacia nella prevenzione della carie a livello dei solchi dei molari permanenti, molto frequente nel bambino, è molto alta: circa l’87% a distanza di 3 anni dalla sigillatura e dopo i 4 anni il 76% dei denti sigillati è ancora sano. Fondamentali per l’efficacia della sigillatura a distanza sono molti fattori, tra cui l’igiene orale del bambino e i controlli periodici dal dentista che permettono di verificare l’integrità del sigillo, la sua manutenzione ed eventualmente il ripristino.

Quanto durano i sigilli?

I materiali usati per la sigillatura non sono eterni in quanto sono sottoposti all’abrasione e all’usura dalla masticazione. In media le sigillature durano 4-5 anni ma possono resistere molto di più con i controlli periodici dal dentista che, se necessario, la sostituisce senza alcun danno per il dente.

Nel nostro studio dentistico garantiamo la manutenzione ed eventualmente il rifacimento gratuito dei sigilli a tutti i bambini che seguono il protocollo di controlli e igieni professionali individualizzate, in accordo con il genitore, in base al grado di rischio carie di ogni bambino.

La sigillatura evita le carie in tutta la bocca?

Purtroppo la risposta è NO: la sigillatura non è una “calotta” che si applica e che ricopre tutte le superfici di tutti i denti. Si applica ed è efficace solo sui solchi delle superfici masticatorie dei denti posteriori che sono le più colpite dalla carie nei bambini. Se però non si esegue sempre con cura e costanza l’igiene orale, non si utilizza il filo interdentale, non si adottano corrette abitudini alimentari, i denti, anche se sigillati sulla superficie masticante, possono cariarsi sulla superfice interprossimale (ovvero tra un dente e l’altro) e sulle superfici non sigillabili.

Ricordiamo inoltre che la carie è una malattia multifattoriale e che solo agendo su tutti i fattori che la causano (batteri, igiene, alimentazione scorretta) possiamo avere il massimo effetto preventivo. La sigillatura è solo uno dei mezzi per evitare la carie.

I materiali che si usano per i sigilli sono tossici o pericolosi?

La risposta è naturalmente NO! Per la sigillatura si usano materiali di tipo resinoso o dei cementi vetroionomerici che sono sicuri, sia nel breve che nel lungo periodo, come dimostrato da molti studi scientifici. Inoltre a contatto con le superfici dei denti a maggior rischio carie, molti sigilli rilasciano fluoro, rinforzando e proteggendo lo smalto.

I sigillanti di ultima generazione sono inoltre non solo BIOCOMPATIBILI ma anche BIOATTIVI, cioè possiedono capacità antibatteriche, tamponano il PH e stimolano il tessuto dentale a diventare più forte.

Le tecniche e gli strumenti usati per la sigillatura danneggiano i denti?

La risposta è ancora NO! Prima dell’applicazione del sigillante il dente viene pulito e trattato con strumenti, metodiche e sostanze che non danneggiano lo smalto ma che detergono perfettamente le superfici su cui si applicherà il sigillante e le preparano perché il sigillo aderisca perfettamente. Come ulteriore sicurezza nel nostro studio, prima di applicare il sigillante, il dente viene sottoposto ad una applicazione di ozono, che permette di eliminare tutti i batteri eventualmente presenti sulla superficie dentale.

La sigillatura è una procedura dolorosa o invasiva?

No! È una procedura assolutamente indolore e non richiede l’utilizzo di anestesia locale. Richiede però un attento e scrupoloso protocollo e può essere indicato l’uso di una pomata anestetica sulla gengiva per rendere meno fastidioso l’uso della diga, un foglietto di gomma che permette un perfetto isolamento del dente mentre si applica il sigillante, garanzia di efficacia e durata del sigillo. Nei bambini meno collaborativi e un po’ più ansiosi si può comunque usare “l’aria magica” ( protossido di azoto) che rende la procedura serena e tranquilla.

La sigillatura dei denti è indicata per tutti i bambini?

Le linee guida del Ministero della Salute “Prevenzione e promozione della salute orale in età evolutiva” consigliano di sigillare i molari permanenti in tutti i bambini, sia in quelli a “basso rischio” che in quelli ad “alto rischio carie”. Ogni bambino va però valutato singolarmente dal dentista pediatrico che potrà consigliare il trattamento più idoneo in base a parametri individuali, quali l’anatomia e la struttura dei denti, la qualità dell’igiene orale, il tipo di alimentazione e molti altri fattori.

Il molare di mio figlio è già cariato, può fare la sigillatura?

La sigillatura serve a prevenire la carie. Se un dente ha già una carie dei solchi occlusali, sarà necessaria un’otturazione, se pur con tecniche di microinvasività, non una sigillatura. Se però la carie si trova su altre superfici dei denti (tra un dente e l’altro), sulla superficie vestibolare (verso la guancia) o linguale (verso la lingua) può essere indicato, oltre all’otturazione della carie, sigillare i solchi occlusali per evitare l’insorgenza della carie anche in quella sede.